Consigli, Varie, Viaggi avventura, Viaggiare low cost

Dormire con Couchsurfing: economico, emozionante ed utile

Molti hanno sentito parlare di Couchsurfing ma in quanti han viaggiato con Couchsurfing?

Cos’è Couchsurfing

Questo sito di sharing permette di dormire gratuitamente quando si viaggia. No non sono matto. Basta collegarsi, inserire le date del proprio viaggio, il numero di viaggiatori, la città o luogo di destinazione e parte la ricerca, il vantaggio principale? E’ tutto gratuito!! No, non il sito, intendo non pagate il soggiorno. Ma come è possibile tutto ciò? Lo scopriamo nel corso dell’articolo dove vi parlerò della mia prima esperienza con Couchsurfing. Questo portale è una sorta di leggenda, una leggenda che solo in pochi fortunati eletti hanno potuto verificare e godere dei suoi veri vantaggi.

 

Erano anni che cercavo di pianficare un viaggio a Copenaghen, la capitale del green, dell’apertura mentale, la fantastica Europa dove tutto funziona, e tante altre belle cose. Il prezzo da pagare però è alto, un letto in un dormitorio di 8 persone in un Ostello da membro speciale di Booking… 48 Euro!! Un primo piatto in un ristorante carino nel centro della città… 30 euro!! Fate due calcoli e presto potreste scoprire come spendere facilmente 500 euro per fare un weekend nella capitale danese.

DSC04580.JPG

Erano altrettanti anni che pensavo a fare un esperienza su Couchsurfing. Ospitato a casa di local, entri a contatto con la quotidianità del luogo, consigli di persone del posto ed inoltre risparmi un po di soldoni. Copenaghen pensavo potesse essere il posto dove poter vivere questa esperienza e così è stato.

Trovare l’host giusto

Le porte di accesso al paradiso di Couchsurfing sono però difficili da trovare. Gli host, ospitandovi a casa loro hanno rigidi parametri per valutarvi. Dopo decine di richieste inviate mi ero quasi rassegnato a dovermi svenare per dormire con altri 7 sconosciuti pur di vedere Copenaghen. Un giorno mi risponde un signore, tale Bert, che molto gentilmente declina la mia richiesta. Nulla di nuovo, ma leggendo bene mi dice che in un altro periodo mi avrebbe ospitato volentieri. Riparte così la ricerca incrociata dei voli tra pezzi bassi e impegni personali. Trovo i voli il 10 e 13 Giugno per 40 euro, a Bert van bene come date, e quindi ci accordiamo, avendo anche a suo favore circa 200 recensioni per il 99% positive.

A dir la verità sono rimasto un po titubante fino all’ingresso nell’appartamento, non sapevo bene come comportarmi con uno sconosciuto con il quale avrei condiviso casa da solo per tre notti. Sono bastate pochi istanti per piacerci. Bert è una persona abituata a viaggiare, abituata ad ospitare persone e fin dalle prima battute mi han messo a mio agio.

Cosa c’è sotto?

Questa è la prima domanda che ogni italiano si pone quando gli viene proposto qualcosa gratuitamente. In questo caso la risposta è nulla. Gli host ospitano per conoscere persone, per far visitare il proprio paese e la propria città, per condividere storie ed esperienze.

Esperienza

Ho trascorso tre sere con Bert, durante il giorno era impegnato con il lavoro. Tre sere ci siamo messi in cucina assieme ed abbiamo preparato la cena discutendo sulle tradizioni culinarie dei rispettivi paesi nativi e quelli che abbiamo visitato. Dopo cena due volte abbiamo aperto una bottiglia di vino italiano, seduti sulle poltrone di casa di casa. Abbiamo parlato delle nostre vite, delle scene divertenti che ci sono successe durante i nostri viaggi, delle nostre famiglie e delle sue esperienze con gli altri Couchsurfers.  L’ultima sera siamo usciti ed abbiamo fatto un giro al magnifico Tivoli Garden, un parco divertimento nel centro della capitale danese. Bert aveva un abbonamento annule, con il quale può fare entrare i suoi Guests gratuitamente. Questo dimostra per l’ennesima volta la sua dedizione a far vivere ai suoi ospiti la migliore esperienza possibile.

Esperienza! Questa è la parola chiave di Couchsurfing. Il denaro una volta che vivi l’esperienza passa in secondo piano. Esperienza da entrambi i lati, le persone si arricchiscono reciprocamente, c’è uno scambio di idee, mentalità diverse ed anche molto divertimento insieme se si ci lancia in questo tipo di avventura.

Ah non vi ho detto! Bert ha 66 anni ed io 24, l’età non è stata sicuramente un problema. Gli hosts giovani gli danno carica, lo stimolano ad essere sempre positivo, sempre speranzoso nel suo futuro e forse gli ricordano un po’ i suoi nipote in Svezia.

Dal mio punto di vista? Come ho sempre pensato, dalle persone più grandi di noi si può sempre imparare qualcosa, in 66 anni di vita, mezzo mondo visitato, 300 Guests ospitati, sicuramente qualche racconto mi ha arricchito.

Provate Couchsurfing, all’inizio vi sembrerà solo un modo per risparmiare, che è buona cosa e sarebbe ipocrito non dirlo, ma lanciatevi in questa avventura, conoscete il vostro host, uscite, andate a bervi una birra, fate qualche gita insieme. Tornerete sicuramente con qualcosa in più dal vostro viaggio.

Commentate le vostre esperienze se le avete già vissute!

 

Vuoi seguirmi nei miei viaggi?

Ecco i link ai miei canali social:

Facebook

Instagram

YouTube

 

 

 

 

 

 

 

Romania Bucarest
Consigli, Organizzazione viaggio, Romania, Viaggi avventura, viaggi divertimento, Viaggiare low cost

Perchè acquistare un volo per la Romania a prezzo stracciato

Tutti siamo stati tentati dai voli da 5 euro per la Romania.

Mi è già capitato di ripetere questo concetto per la Slovenia, per l’Ungheria e per la Bulgaria, l’est Europa non è praterie deserte e carovane! Le campagne sono sicuramente zone rurali dove la vita è quella contadina, simile al nostro splendido sud Italia, ma non per questo meno affascinante. Le capitali invece, dove probabilmente trascorrerete la maggior parte del vostro weekend, sono città paragonabili alle nostre, per questo, basta coi falsi miti ed i pregiudizi!

Ma perchè andare in Romania?

Qualcuno potrebbe essersi già risposto ed ammiccare un sorrisino, ma non voglio discutere di quello.

Innanzittutto… il volo costa poco! Mi sembra già un buon inizio, ed anche il resto della vita (dormire in centro città, mangiare, bere, spostamenti) è assai economico.

Prima di partire per la Romania avrai poche aspettative, uno spirito più rilassato e meno “devo vedere tutta questa lista di cose per forza!”. Ma questo sarà il punto di forza, perchè troverai più di quel che ti aspetti. Le attrazioni da visitare ed ammirare non sono molte, non ci sono monumenti imponenti, reperti millenari o capolavori di ere passate. Proprio per questo motivo avrai molto tempo da dedicarti al divertimento, allo svago, alla tavola. Libero spazio a tutto quelle attività alle quali non dai più molta importanza a casa, ma nemmeno negli altri viaggi.

Architettura

Certamente non stiamo parlando di Parigi, ma Bucarest ha il tipico fascino di quelle città che sono state conquistate da diversi popoli. Posso citare le strutture di origine classica come l’ateneo, quelle di stampo sovietico come il Parlamento, il secondo edificio più grande al mondo, e la zona moderna, dove alziamo lo sguardo verso tutti quei grattacieli in vetro che dominano le città attuali.

Cibo

Anche a tavola abbiamo una doppia faccia della medaglia. Da un lato la classica, succulenta e pesante cucina tradizionale, ricca di carni e zuppe. Vi consiglio il Caru Cu Bere, un locale in pieno centro, splendido agli occhi, musica dell’orchestra per le vostre orecchie e ottimo cibo per il vostro palato. Dall’altra parte troviamo i nuovi locali moderni, siamo stati al NOR, i piatti qui sono più ricercati, conditi da una bellissima vista, specialmente di sera, sul quartiere nuovo della città.

bucharest 2

Aree verdi

Bucarest è ricca di parchi, una delle principali caratteristiche che appartiene alle città moderne. Meno spazio alle strade ed al traffico, più zone verdi e destinate alle attività ricreative. Se visitate la Romania d’estate potrebbero diventare un ottimo posto dove mangiare qualcosa,sia nei ristoranti ma anche nei suoi prati. Inoltre in alcuni di essi ci sono dei laghetti dove si può affittare una barchetta, due remi e starsene in mezzo all’acqua, sereni e beati.

bucharest 3.JPG

Terme

Purtroppo non ci sono stato causa troppi pochi giorni a disposizione ma sono una tappa che non dovete farvi scappare, soprattutto se vi prendete questo weekend come uno stop dalla frenesia quotidiana. Il prezzo come sempre è super accessibile e vi potete godere un bel pomeriggio in freschezza.

 

bucharest 4

Vita notturna

Che dire? L’ho lasciata in fondo perchè è il pezzo forte di un viaggio in Romania. Per pagare meno il volo avevamo deciso di partire di Domenica e tornare di Martedì, pensavamo di perdere le serate migliori del Venerdì e del Sabato. Nulla di più sbagliato! In Romania è sempre festa, ogni sera, ogni notte troverete delle feste a cui andare, delle discoteche aperte e… farete puntualmente le sei del mattino in un battibaleno.

Il basso costo dei voli penso sia finanziato anche dalla Romania per lanciare il turismo in questo paese che ha visto momenti difficili nel suo passato. Si sta impegnando per rendere disponibile a tutti gli europei ciò che ha da offrire e spero sinceramente ci riesca. Quando si viaggia parecchie volte si inizia a fare una classifica dei posti visitati, alcuni rubano il cuore,altri non ci torneremmo mai, una cosa però è importante, ogni posto lascia qualcosa, sta ad ogni viaggiatore scoprire cosa è meglio portarsi a casa.

Vuoi seguirmi nei miei viaggi?

Ecco i link ai miei canali social:

Facebook

Instagram

YouTube

 

 

Consigli, Organizzazione viaggio, Varie, Viaggi avventura, viaggi divertimento, Viaggiare low cost

Viaggi ed esperienze nel cassetto

Viaggi, viaggi, viaggi. Questo è ciò che frulla nella mia testa e riempie i miei cassetti. I cassetti sono i luoghi dove riponiamo i nostri sogni, le nostre idee, che ci accompagnano ogni notte.

Viaggiare è una di quelle cose che appena le fai e più vorresti fare e, come preso dalle crisi d’astinenza, ci metti tutto te stesso per continuare a fare!  Da quando è sbocciata questa mia passione, qualche anno fa, i miei sogni hanno preso una piega un po’ diversa ed hanno iniziato a localizzarsi in tutti gli angoli del pianeta.  Ora come ora, mi trovo a fare i conti con mille idee che mi frullano in testa e mille esperienze che vorrei fare nonostante le innumerevoli avventure vissute in questi anni.

La patologia dei viaggi – Wanderlust

Quando  inizi a calcolare i tuoi soldi in biglietti aerei, il tempo in quanti giorni mi servono per visitare un determinato posto, la patologia è già in stadio avanzato. Ahimè, la cura è stilare una lista delle culture in cui vuoi immergerti, dei luoghi che vuoi visitare, dei cibi che vuoi gustare e delle attività più disparate che vuoi provare e… Partire!

La mia lista di viaggi nel cassetto

Questo è l’elenco di ciò che la mia testa ha partorito per soddisfare la mia sete, in grassetto le attività già svolte, per il resto… Work in progress!

  • Aurora Boreale
  • Tunnel ad un brasiliano a Copacabana
  • Muraglia cinese
  • Sushi autentico in Giappone
  • Mangiare dall’insettaro in Thailandia
  • Fuoripista in Canada
  • Acque termali naturali in Islanda
  • Safari in Africa
  • Dormire nel deserto

img_3269

  • Viaggiare su un auto decappottabile anni 50′ all’Havana
  • Coast to Coast In USA
  • Addentrarmi nelle foreste tropicali
  • Accarezzare un canguro
  • Mangiare un canguro
  • Accarezzare un koala

koala

  • No, non ho mangiato un koala
  • Andare a Baku, capitale dell’Azerbajian per chi si sta chiedendo che diavolo sia
  • Assistere alle danze balinesi
  • Viaggio proibito, Corea del Nord, probabilmente lo terrò come ultimo
  • Mangiare carne di balena in Norvegia
  • Visitare coi compagni la Piazza Rossa ed il Cremlino
  • Surf nell’oceano
  • Sandboard, gettarsi con una tavola ai piedi giù da una duna di sabbia
  • Kayak in Patagonia
  • Churrasco in Brasile e carne argentina
  • Trenino del Bernina
  • Mangiare la carne di squalo in Islanda
  • Vivere la storia e la tradizione messicana, con due nachos e salsa piccante
  • Kebab in Turchia, tanta carne e con cipolle
  • View a Santorini
  • Mangiare a Camden Town
  • Assistere ad una partita NBA (8 e 10 Gennaio!) e magari essere sorteggiato per il tiro da metà campo
  • Skateare a Venice Beach
  • Dormire immerso nella natura e nella neve in un paese scandinavo
  • Visitare con cura le meraviglie romane!
  • Assaggiare la carne di serpente e bermi il sangue, Leonardo di Caprio docet
  • Scoprire la mia terra, il Madagascar. La leggenda narra che discenda dalla famiglia reale di quest’isola
  • Fare il bagno a Maya Bay, Phi Phi Islands, Thailandia

nico the beach

  •  Bali
  • Immergermi nella barriera corallina
  • Parc Guell a Barcellona
  • Ammirare le risaie a Bali
  • Paracadutismo, Skydiving, Parapendio, insomma uno sport d’aria nei cieli di qualche paradiso caraibico
  • Kitesurf al parco nazionale dei Lençóis Maranhenses (Brasile)

Dopo questa piccola carrellata di sogni che ho nell’armadio, non avevo abbastanza cassetti in casa.

fatemi sapere quali sono i vostri o quali avete già realizzato che più vi han colpito, si sa mai che possa aggiungere altro alla mia listina.

Ti sei appassionato ai miei viaggi? Seguimi sui miei canali social:

Instagram

Facebook

YouTube