Isole della Thailandia-Guida del sud

Thailandia

Basta digitare su Google Immagini “Sud della Thailandia” per innamorarsi di questo luogo magico. Spiagge bianche, un Pad Thai in visto mare e scorci che ti rimangono nel cuore. Ho deciso di condividere la mia esperienza, i miei consigli e le isole migliori della Thailandia con te, in questo articolo.

Come te, ho fantasticato mesi su questa destinazione, stimolato anche dal film “The Beach” di Leonardo di Caprio, VOLEVO VEDERE QUEL  PARADISO!

Siamo atterrati a Bangkok, e trascorso diversi giorni nella capitale del paese, se ti interessa trovi qui l’articolo su BKK.

Ma dopo una ventina di ore di treno (c’è anche l’aereo se preferisci), senza chiudere occhi, qualche zuppetta preconfezionata qualche vertebra consumare… arriviamo a:

PHUKET

Con qualche vertebra inclinata troviamo appoggio per la notte in una comoda guesthouse a Patong Beach,la zona più conosciuta e viva di Phuket.Gli alloggi sono di tutti i tipi, dagli ostelli per backpacker a lussuosi hotel con piscine a sfioro fronte oceano molto instagrammabili.

Prezzi? Molto accessibili.

 Una piccola rinfrescata e ci tuffiamo nelle affollate strade a scoprire cosa offre la zona. Capiamo già dai primi passi che le varianti non saranno molte: ragazze e alcol, cubiste e secchielli di Thai Whisky, drink e pole dancer.

Nonostante fossimo quattro ragazzi di 22 anni, non eravamo in Thailandia in cerca di notti brave ed economiche come spesso succede.

Troviamo posto al Tiger Bar per gustarci qualche birra Chang, la birra del paese, per scaricare i dischi vertebrali e prepararci alla partenza dell’indomani.

 

Di già? 

 

Ebben sì, la nostra sosta a Phuket è di solo un giorno, siamo alla ricerca di qualcosa di meglio!

Ho trascorso tantissime sere a vedere “The Beach” e finalmente ero su quella barca, nell’oceano indiano e stavo per raggiungere la mia tanto desiderata…

PHI PHI ISLANDS

Non solo mare ma anzi, tutto l’ecosistema dove verrai trasportato… TI CONQUISTERA’.

No, non sono stato pagato dall’ente del turismo thailandese per dire queste cose, lo giuro!

Il centro abitato nel 2004 ha subito l’abbattimento quasi completo, a causa dello tsunami che ha colpito questa zona e non solo. Han riprogettato gli edifici costruendoli bassi per rispettare il paesaggio, le strade, ospitano solo motorini tra i mezzi a motore e poi… solo persone e animali. 

Tutto molto in armonia con la natura

Le spiagge di Phi Phi sono tra le più belle delle isole della Thailandia. Sono quelle spiagge che sogni quando sei in riunione col capo o nel traffico delle sei di sera. L’acqua dell’oceano indiano è molto caldo e rimanere immersi è un vero piacere. Le sfumature di blu riempiranno i tuoi occhi troppo abituati al grigio della città.

A Phi Phi Islands ci fermiamo tre giorni e le attività non mancano per riempirli, sia diurne sia notturne.

Uno dei punti migliori è questo viewpoint che ti consiglio di raggiungere:
isole thailandia

Vista magnifica non trovi?

Io non sono un grande camminatore, alcuni pezzi sono piuttosto ripidi ma vale la pena spendere qualche energia, sei d’accordo?

Nel pomeriggio ci affidiamo ad un local del posto che organizza tour e rimaniamo affascinati dai luoghi che ci ha mostrato fino al calar del sole. Richard, nome ispirato proprio dal film di Di Caprio, è un piccolo ragazzo thailandese che assomiglia a Lil Wayne ma gran conoscitore dei posti migliori di Phi Phi.

Prima Tappa:

Monkey Beach

Sbarchiamo dalle nostre barche in perfetto stile Thai in questa spiaggia nascosta, che come suggerisce il suo nome, è abitata solo da scimmie. Troverai questi furbi animaletti in tutta la Thailandia, ma attenzione, nonostante le raccomandazioni io mi sono fatto mordere. Inizia qui la mia rovina, scoprirai nel testo cosa mi succederà.

Phi Phi Lagoon

Una zona di oceano nascosta da alte cime montuose a picco sul mare e ricche di vegetazione. L’acqua qui non è profonda, ci lanciamo dalle nostre imbarcazioni e comodamente sdraiati in un ciambellone di galleggiamento per anziani, ci gustiamo una classica Chang!

Che spettacolo!

Te lo immagini?

Il sole picchia, l’acqua è di una temperatura perfetta e intorno a noi solo natura, mentre la birra ci rinfresca.

Dopo esserci goduti questo momento indimenticabile, rimontiamo sulla barca, scaldiamo i motori e si parte, destinazione…

Maya Bay

Entriamo lentamente con la nostra barca tra l’insenatura che nasconde questa spiaggia protetta dalle montagne ricche di piante tropicali. Siamo fortunati perchè al momento ci sono pochissime persone e la scorgiamo. Sì, hai capito,

The Beach, la spiaggia 

I sogni diventano realtà, finalmente ho appoggiato i piedi a terra in quella sabbia bianca. Serate, serate infinite a sognarla, ed eccomi qua, io e lei.

Vogliamo cogliere il momento fortunato con pochi turisti e ci addentriamo nella sua selvaggia vegetazione, mi sembra di conoscere questo posto. Il sito è tenuto con molta cura, nonostante le folle di turisti che ogni giorni sbarcano, facciamo qualche scatto per immortalare il momento.

Non so dirti se ora è chiusa o aperta, a volte limitano giustamente il traffico turistico per non consumare questo paradiso in terra.

sud thailandia

Lasciano un pezzo di cuore in questo posto pazzesco è il momento di buttarsi in mare.

Snorkelling

Non sono un grande esperto di snorkelling e immersioni ma ho sicuramente visto di meglio sotto il pelo dell’acqua. Qualche pesce particolare e anche di grossa taglia lo si vede, ma nulla di esaltante.

Ormai è pomeriggio inoltrato e il sole sta scendendo sull’oceano.

Spegniamo la barca.

Ci apriamo un’altra birra.

Rimaniamo in silenzio mentre il cielo da rosso intenso diventa rosa e infinite si oscura completamente.

Che giornata pazzesca!

Ma non credere, per un solo istante, che sia finita qui.

Le notti a Phi Phi Islands

Uno dei punti forti della Thailandia, il paese che ho visitato in Asia finora con la vita notturna più sfrenata, specialmente sulle isole.

Ma ritorniamo sulle spiagge di Phi Phi Island.

Se ti dicessi secchiello di sabbia a cosa penseresti?

Alle costruzioni che facevi da bambino vero?

Beh, SCORDATELE!

Nelle isole della Thailandia i secchielli saranno i vostri bicchieri dei drink e il divertimento è servito.

Le spiagge sono ricche di bar, ci si può svaccare comodamente sui pouf colorati e godersi l’atmosfera. Rilassante poco perchè la musica preferita dai Thai è parecchio alta e sempre da discoteca. Puoi però goderti i giochi col fuoco che animano sempre il buio delle notti delle isole in Thailandia. Gli animatori dei locali si lanciano boomerang infuocati e fanno limbo infuocati per infiammare il divertimento.

DA PHI PHI A KOH SAMUI

Terminati i giorni a disposizione a Phi Phi passiamo da un’isola all’altra, dall’oceano Indiano al soldo di Thailandia. Ci imbarchiamo in direzione Krabi altra meta turistica piuttosto gettonata ma non ci fermeremo. Saliamo su un minivan che in 4/5 ore di Odissea ci fa scendere a Surat Thani. Da qui ci imbarchiamo nuovamente per raggiungere la famosa Koh Samui. Qui sì, ci fermeremo e ho una super chicca di esperienza da raccontarti!

KOH SAMUI

Partiamo dall’aspetto pratico per poi focalizzarci sul resto.

L’alloggio: In Thailandia sarà facile farsi ingolosire da alloggi stratosferici nella foresta con piscine a sfioro vista mare. Ecco, noi ci siamo cascati in pieno. Il posto mozzafiato, un Lodge privato con piscina completamente immerso nel verde. La valutazione delle tue priorità è tutta nelle tue mani. Se cerchi relax e tranquillità questa soluzione è perfetta, se cerchi movida e divertimento un pochino meno. La vita di Koh Samui la puoi trovare a Chaweng.

Per quanto riguarda le spiagge sono riuscito a visitare le due più famose: Lamai Beach e Chaweng Noi. Queste sono spiagge adatte specialmente per i giovani in cerca di svago, persone e bevute in compagnia, c’è movimento.

isole thailandia

 

Ma facciamo un passo indietro…

Ti ricordi del morso della scimmia? a Phi Phi?

Sembra che quel morso, secondo gli esperti medici tropicali dei miei amici, mi abbia causato la narcolessia dei miei primi due giorni a Koh Samui. Ho dormito per oltre 48h alzandomi solamente per andare in bagno e bere.

Fortunatamente però mi son risvegliato e il viaggio è ripartito!

Spiritualità

La Thailandia è un paese conosciuto nel mondo per la sua spiritualità e religione, troverai in tutte le sue regioni altarini, templi e statue. Koh Samui non fa certamente eccezione. Big Buddha è una statua nel nord dell’isola alta ben 12 metri, prova a esprimere un desiderio, la leggenda dice che si esaudirà! Un altro sito religioso che merita una visita è Wat Plai Laem dove sono presenti due templi e due statue differenti. La prima raffigura il Buddha grasso, di origine cinese, simbolo di proposterità e ricchezza, la seconda una Dea con 18 braccia.

 

templi koh Samui
templi Koh Samui

Serate tranquille: La sera se non avete voglia di notti che terminano all’alba e i famosi secchielli ci sono soluzioni anche più sobrie. Potete gustarvi i magnifici piatti thailandesi, sia di terra sia di mare, a Chaweng oppure facendo visita al Fisherman’s Village di Bophut, molto caratteristico.

 

Le attività a Koh Samui non finisco qui, te ne racconto subito altre, in attesa della chicca che ti avevo promesso.

Animali 

Questo tema è stato ampiamente discusso e questo non lo ritengo il posto opportuno per fare altre polemiche. In Thailandia è stato registrato un alto tasso di sfruttamento animale per guadagnare dai turisti per mostrare animali esotici. Ci sono strutture sicuramente che sfruttano, strutture che si prendono cura degli animali, come sempre, come in tutti i paesi e in tutti i settori. Sta a noi informarci e scegliere quella più corretta possibile.

Natura

Nella foresta di Koh Samui devi assolutamente addentrarti!

La natura è rigogliosa e potrai incontrare diversi animali allo stato libero. Dai più comuni gechi, alle iguane, serpenti e anche le famose scimmie. Ti consiglio di visitare anche le Namuang Waterfall concedendoti un giorno di sport camminando per queste selvagge distese di alberi tropicali. In alternativa puoi visitare il più comodo Secret Buddha Garden.

Ang Thong

Mi sto ancora mangiando le mani per non esserci stato, tu non puoi perdertela. Ang Thong è un parco marino, montagne calcaree divise in 42 isole che arrivano anche a 500 metri sul livello del mare. Queste montagne sono dotate di pareti che fuoriescono dal magnifico azzurro marino verso il cielo per decine di metri. Qui la natura è incontaminata e si può entrare in contatto con fauna e flora molto particolari, c’è anche la possibilità di effettuare immersioni subacquee. 

Ora, se sei un amante della vita notturna, ti svelo la chicca che ho tenuto in serbo per te.

FULL MOON PARTY

full moon party

La festa notturna più conosciuta al mondo, la più colorata, sotto la luna piena, una notte imperdibile se visita le isole della Thailandia!

La festa del Full Moon Party, come dice il nome cade ogni notte in cui la luna decide di mostrarsi nella sua pienezza e luminosità a noi umani. Nonostante la sfiga abbia deciso che questa magica notte fosse nel pieno della mia narcolessia… Ci sono andato comunque, e devo dirti, mi ha guarito!

Il Full Moon non si trova però a Koh Samui, bensì a Koh Panghan, un’isola poco lontana. Sbarchiamo a circa le 9, ceniamo e partiamo con i castelli di sabbia, no scusa con i secchielli di Thai Whisky e cola.Le strade iniziano a riempirsi di persone, tutti si colorano il viso, le braccia, e si indossano vestiti e braccialetti fluo per brillare nella notte! La festa dura NO STOP anche quando il sole risorge a botte di techno. Unica cosa in cui mi sento di darti raccomandazioni e per i vetri e tutti i pericoli che una festa da migliaia di persone comporta. Il battello di ritorno da Koh Panghan a Koh Samui sembrava un pronto soccorso.

Sporchi, sudati e inguardabili come solo una notte folle in spiaggia ti lascia ci stavamo godendo già la doccia e l’annesso bagno in piscina guardando il mare

E invece…

Per una tempesta nella notte, NO elettricità e NO acqua all’interno della struttura.

Questo è significato NO doccia e stare al lume di candela fino all’indomani. Giorno successivo in cui siamo tornati a Surat Thani, pullman per Bangkok, cambio bagaglio e partenza per il nord della Thailandia. 

Messaggio che ci siamo portati a casa:

Nonostante la narcolessia, i viaggi in bus/treno/minivan infiniti, la non doccia e tutte le altre mille sventure la Thailandia ci ha dato tantissimo. La Thailandia non è solamente paesaggi incantevoli, cibo vario e squisito, il divertimento sfrenato e il tramonto nell’oceano dalla barca, la Thailandia è molto di più. Gentilezza, educazione e sorriso. Queste tre cose ci hanno accompagnato in tutto il mese speso in Thailandia. Non è stato un viaggio facile, a 22 anni, per la prima volta fuori dall’Europa ma la popolazione locale ci ha sempre aiutato. Gli inchini per ringraziarci, il sorriso di fronte a uno sconosciuto con gli occhi tondi, la gentilezza anche se crediamo a un Dio diverso. 

Questo è quello che abbiamo messo in valigia quando siamo tornati in Italia.

Ti piace come viaggiamo?

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY

Fare parte della community ti permetterà di poter chiedere e richiedere consigli ad altri viaggiatori.

Partecipare ai nostri eventi, dagli aperitivi in vigna alle magiche cene etniche che saranno presto riservate solo agli iscritti.

Ma non solo…

Sarai sempre aggiornato su weekend e viaggi di gruppo per prenotarti il prima possibile!

Sali a bordo

* indicates required
viaggio di gruppo Israele

2 Comments

  1. Explore Travel Note

    diario di viaggio interessante e divertente 😀
    anche io sto pensando di visitare la Thailandia e questo articolo fornisce utili informazioni 😀
    passa a trovarmi su http://blog.zingarate.com/exploretravelnote/

Rispondi